Cani, lasciarli abbaiare può essere reato

cane-abbaia

Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione, lasciar libero il proprio cane di abbaiare, disturbando così i vicini, può configurare una ipotesi di reato. Così affermano infatti gli Ermellini, condannando un uomo trapanese a pagare 200 euro di ammenda per non avere impedito il continuo abbaiare dell’animale, in orario diurno e notturno, andando così […]

Morso del cane, il padrone risponde per il reato di lesioni colpose

cane-che-morde

Se il proprio cane morde una persona, a rispondere è il padrone che, oltre a divenire responsabile civilmente, può altresì essere interessato sotto il profilo penale, con conseguente ricaduta nel reato di lesioni colpose. A rammentarlo è la recente sentenza n. 30548/2016 da parte della Corte di Cassazione, con la quale i giudici si esprimono […]

Lavori di ristrutturazione, alzare troppa povere è reato

lavori-ristrutturazione

Secondo quanto afferma la Corte di Cassazione, sezione Terza Penale, con la sua sentenza n. 10005/2017, colui che non impedisce un rilevante sollevamento di polveri nel corso dei lavori di ristrutturazione, omettendo ogni cautela necessaria, viola le norme di cui al d. lgs. 81/2008 e può dunque macchiarsi di un reato penalmente perseguibile, anche se […]

Rubare per fame è reato? La Cassazione sullo stato di necessità

rubare-per-fame

Rubare per fame è reato? La povertà può essere una giustificazione dinanzi al furto? La risposta è no: rubare è sempre un furto, al di là della propria situazione di povertà, ben potendosi – ad esempio – rivolgere alla Caritas per il proprio sostentamento. Ad affermarlo è la Corte di Cassazione con una recente sentenza […]

Dire “te la farò pagare” e il reato di minaccia

reato-minaccia

Nei momenti di rabbia, dire “te la farò pagare” o “ti sistemo io”, potrebbe costarvi molto caro. Ad affermarlo è la recentissima sentenza della Corte di Cassazione, n. 1690/2017, secondo cui le affermazioni di cui sopra sarebbero in grado di configurare un reato: i giudici della Suprema Corte hanno pertanto confermato la condanna a carico […]

Dare della mantenuta alla ex moglie costituisce reato

Divorzio e mantenimento

Una multa di 1.000 euro e un risarcimento di 5.000 euro: sono queste le sanzioni a capo di un uomo che ha definito la moglie “mantenuta”, utilizzando tale termine nella causale del vaglia con cui ogni mese versa il mantenimento all’ex consorte. Definire mantenuta una persona costituisce pertanto reato, poiché ricorrere a una simile parola […]

Condominio, dare degli “animali” ai vicini è reato

liti-condominiali

Con i vicini di casa è opportuno cercare di mantenere buoni rapporti. O, per lo meno, evitare di attribuire loro alcuni termini non certo bonari proprio davanti al giudice: dare degli “animali” è, ad esempio, punibile per diffamazione stando a quanto ricordato dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 35540/2016, con condanna a una […]