Diffamazione su Facebook, l’aggravante è data dal mezzo di pubblicità

Stando a quanto afferma la sentenza n. 4873/2017, la diffamazione mediante facebook sarebbe aggravata dal mezzo di pubblicità, ma non dal mezzo di stampa. Quale aggravante al reato di diffamazione Nel caso in esame, l’imputato aveva scritto sul proprio profilo alcune frasi offensive dirette nei confronti di una persona. Quanto basta affinchè gli fosse contestato […]

Cyberbullismo, arriva il ddl: ecco cosa prevede e cosa si rischia

cyberbullismo

Il ddl sul cyberbullismo è finalmente realtà. La Camera dei deputati ha infatti dato il proprio ok al provvedimento (nessun voto contario), consentendo pertanto alla giustizia di poter disporre di un nuovo strumento – la cui validità ed efficacia sarà naturalmente messa alla prova dei casi – per contrastare i fenomeni del bullismo e, in […]

Diffamazione online, responsabile anche il proprietario del sito

diffamazione-online

Stando alle conclusioni cui sono giunti i giudici della Cassazione con la sentenza n. 54946 dello scorso 27 dicembre 2016, è responsabile penalmente per contenuto diffamatorio non solamente la persona autrice di un post, bensì anche il proprietario del sito internet in cui è pubblicato l’articolo, se non interviene prontamente per la cancellazione del testo. […]

Accesso abusivo a sistema informatico: il reato si consuma ove avviene la condotta

Internet

Una pronuncia recente della Suprema Corte di Cassazione, per quanto attiene al reato disciplinato dall’articolo 615-ter del Codice Penale, ha chiarito con un proprio intervento a Sezioni Unite nell’ambito di una risoluzione di conflitto di competenze, come il reato di Accesso abusivo a sistema informatico si debba ritenere perfezionato non tanto nel luogo in cui […]

Sentenze sulla diffamazione a mezzo internet

diffamation

La quinta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione ha discusso, con sentenza n° 32444 del 25 Luglio 2013 un caso di diffamazione a mezzo internet, introducendo il tema della consumazione del reato, con espresso riferimento al momento nel quale detto reato possa ritenersi perfezionato. I fatti risalgono al Marzo del 2007 e ad una sentenza […]